La Riforma Istruzioni per l'uso

Personalità giuridica

COS'È

La acquisizione della personalità giuridica è una caratteristica facoltativa dell’ente e serve a fare in modo che per le proprie obbligazioni risponda soltanto l'ente stesso con il suo patrimonio, e non gli aderenti con i loro patrimoni personali.

COME FUNZIONA

A differenza di quanto previsto dalla normativa generale, le associazioni e le fondazioni del terzo settore possono acquistare la personalità giuridica mediante l'iscrizione nel registro unico nazionale del terzo settore (Runts).

Per l’attribuzione della personalità giuridica è necessario che l’ente abbia un requisito patrimoniale minimo di 15.000 euro per le associazioni e di 30.000 euro per le fondazioni.

Il patrimonio può essere costituito anche da beni diversi dal denaro, ma in questo caso, perché tali beni concorrano alla formazione del patrimonio minimo, è necessario che il loro valore risulti da una relazione giurata, allegata all'atto costitutivo, di un revisore legale o di una società di revisione legale iscritti nell'apposito registro.

Se a causa di perdite, il patrimonio minimo diminuisce di oltre un terzo, l'organo di amministrazione, e nel caso di sua inerzia, l'organo di controllo (se nominato), devono prontamente nel caso di un’associazione, convocare l'assemblea per deliberare, e per una fondazione deliberare direttamente la ricostituzione del patrimonio minimo. Se questo non fosse possibile, si può optare per la trasformazione, la prosecuzione dell'attività in forma di associazione non riconosciuta, la fusione o lo scioglimento dell'ente.

La procedura è la seguente:

  • il notaio che ha ricevuto l’atto costitutivo dell’associazione o fondazione di terzo settore, o il testamento con il quale si dispone la costituzione di quest’ultima, verifica la sussistenza delle condizioni previste dalla legge per la costituzione dell'ente, incluse le norme specifiche del terzo settore, e il patrimonio minimo necessario per acquisire la personalità giuridica;
  • il notaio stesso, all’esito di questi controlli, deposita l’atto costitutivo o il testamento presso l’ufficio competente del Runts, con contestuale richiesta di iscrizione dell’ente;
  • l'ufficio del Runts, verificata la regolarità formale della documentazione, iscrive l'ente nel registro stesso, dove sarà specificato il possesso della personalità giuridica.

Se il notaio non ritiene sussistenti le condizioni per la costituzione dell'ente o il patrimonio minimo, entro 30 giorni ne dà comunicazione motivata ai fondatori o agli amministratori dell'ente. Questi ultimi, o in mancanza ciascun associato, entro 30 giorni dalla comunicazione possono domandare direttamente all'ufficio di disporre l'iscrizione nel Runts. Se quest’ultimo non dà alcuna comunicazione nel termine di 60 giorni dalla presentazione della domanda, la richiesta si intende negata.

Dell'avvenuta iscrizione al Runts, nonché dell'eventuale successiva cancellazione, è data comunicazione, da parte dell'ufficio regionale del registro unico nazionale del terzo settore competente (o ufficio provinciale, nel caso delle province autonome di Trento e Bolzano), entro 15 giorni, alla prefettura o alla regione o provincia autonoma competente.

Le modifiche dell'atto costitutivo e dello statuto devono risultare da atto pubblico e diventano efficaci con l'iscrizione nel registro unico nazionale del terzo settore, secondo le stesse modalità previste per l’iscrizione dell’ente.

Solo gli enti del terzo settore con personalità giuridica possono costituire patrimoni destinati a uno specifico affare.

CHI COINVOLGE

Il codice del terzo settore stabilisce alcune norme applicabili a tutti gli enti del terzo settore costituiti in forma di associazione, riconosciuta o non riconosciuta, o di fondazione.  Al di fuori di queste norme, agli Ets si applica la disciplina generale prevista dal codice civile per le rispettive soggettività giuridiche.

CASI SPECIFICI

Associazioni e fondazioni del terzo settore già in possesso della personalità giuridica al momento di entrata in vigore del codice del terzo settore, che ottengono l'iscrizione nel registro unico nazionale del terzo settore (Runts):

l'efficacia dell'iscrizione precedente – cioè quella fatta ai sensi della normativa generale che si applicava prima – è sospesa fintanto che sia mantenuta l'iscrizione nel registro unico nazionale del terzo settore. Nel periodo di sospensione, questa categoria di associazioni e fondazioni non perdono la personalità giuridica.

Devono necessariamente avere la personalità giuridica i centri di servizio per il volontariato (Csv) e gli enti filantropici.

COSA CAMBIA/COSA INTRODUCE

Viene introdotta la possibilità per le associazioni e le fondazioni del terzo settore di acquisire la personalità giuridica mediante l'iscrizione nel registro unico nazionale del terzo settore.

NORMATIVA DI RIFERIMENTO

Decreto legislativo 3 luglio 2017, n. 117 “Codice del terzo settore”artt. 10, 22, 48

ENTRATA IN VIGORE

A partire dal 3 agosto 2017.

REGIME TRANSITORIO

Fino all'operatività del registro unico nazionale del terzo settore, continuano ad applicarsi le norme previgenti, cioè quelle generali sull’acquisizione della personalità giuridica da parte degli enti.

La scheda è aggiornata al 20 maggio 2019.

Torna su