AMMINISTRAZIONE

Print Friendly, PDF & Email

Uno degli elementi qualificanti di un ente del terzo settore (Ets) è l’assenza di scopo di lucro nella gestione della sua attività. Questo significa che è vietata la distribuzione anche indiretta di utili ed avanzi di gestione, fondi e riserve, che devono essere necessariamente reinvestite in attività di interesse generale. Solo per le imprese sociali viene prevista una limitata deroga a tale principio.

Tra le indicazioni di tipo amministrativo previste dalla nuova normativa, ci sono una serie di obblighi relativi alle scritture contabili, dalla redazione del bilancio di esercizio alla relazione di missione. Nuove regole, quindi, ma anche precise indicazioni per la gestione del patrimonio di un Ets, l’insieme dei beni, mobili e immobili posseduti, e sulla sua destinazione nel caso di estinzione o scioglimento di un ente.

Il codice del terzo settore, inoltre, regolamenta anche la gestione del lavoro nel terzo settore. 

La cassetta degli Attrezzi

Gli strumenti utili al non profit

vai alla sezione
cassetta degli attrezzi

Registrati alla Newsletter

Un Progetto di

forum terzo settore
CSVnet