banner

La normativa per tutti

L’iscrizione al registro unico nazionale

Procedimento e scadenze

Print Friendly, PDF & Email

Se si tratta di Onlus che abbia anche acquisito la qualifica di “Aps Onlus” o di Odv, Onlus di diritto, l’associazione migrerà dal proprio registro alla rispettiva sezione del registro unico nazionale del Terzo settore (Runts) (art. 54 del codice del Terzo settore) per cui i funzionari del registro comunicheranno all’ufficio del Runts della stessa regione i dati relativi agli enti iscritti nei già menzionati registri.

A seguito della trasmissione dei dati, spetterà all'ufficio del Runts territorialmente competente esercitare, entro i successivi 180 giorni, le attività di controllo dirette a verificare la sussistenza dei requisiti per l'iscrizione nel Runts, da effettuarsi primariamente sull'atto costitutivo e sullo statuto. Nell'ambito del procedimento di controllo, il medesimo ufficio potrà richiedere eventuali ulteriori informazioni o documenti mancanti, anche ai fini del completamento degli elementi che devono essere presenti nel Runts, per cui è essenziale che le organizzazioni controllino la posta elettronica (qualora l’associazione si sia dotata di posta elettronica è opportuno comunicare tale indirizzo all’amministrazione affinché le comunicazioni siano garantite con maggiore sicurezza) per rispondere a tali solleciti, pena il rischio di non assumere la qualifica di ente del Terzo settore (Ets). L'omessa trasmissione delle informazioni e dei documenti richiesti entro il termine perentorio di 60 giorni (ex art. 54 comma 3 del codice del Terzo settore) determinerà infatti la mancata iscrizione dell'ente nel Runts.

Nell’ambito dell’attività di verifica, la Regione potrebbe riscontrare che lo statuto del sodalizio non è stato ancora aggiornato al codice del Terzo settore e pertanto inviterà l’organizzazione ad effettuare il necessario adeguamento: questo diventa il termine ultimo per modificare lo statuto, pena il mancato perfezionamento della migrazione nel Runts e la decadenza dalle relative agevolazioni.

In pendenza del procedimento di controllo, gli enti iscritti nei previgenti registri delle associazioni di promozione sociale (Aps) e organizzazioni di volontariato (Odv) continuano a beneficiare di tale status.

Laddove la Onlus invece non sia iscritta nei citati registri, l’iter prevede che l’Agenzia delle entrate - che detiene l’anagrafe delle Onlus – comunichi al Runts i dati e le informazioni relativi agli enti iscritti nell'anagrafe delle Onlus quali:

1) il codice fiscale,

2) la denominazione,

3) la sede legale,

4) le generalità e il codice fiscale del rappresentante legale.

e che pubblichi l'elenco di tali enti sul proprio sito istituzionale.

Ciascun ente inserito in tale elenco, ai fini del perfezionamento dell'iscrizione nel Runts, sarà quindi chiamato a presentare l’istanza all'ufficio del Runts territorialmente competente entro il 31 marzo del periodo d'imposta successivo all'autorizzazione della Commissione europea in merito ai nuovi regimi fiscali, specificando la sezione del Runts nella quale intende essere iscritto e  allegando copia dell'atto costitutivo, dello statuto adeguato al codice e degli ultimi due bilanci  approvati. Gli enti religiosi civilmente riconosciuti allegheranno il regolamento per l’attività di ente del terzo settore (Ets) al posto di atto costitutivo e statuto.

Se la Onlus ha acquisito la personalità giuridica, il notaio che ha ricevuto il verbale del competente organo, contenente la decisione di richiedere l'iscrizione nel Runts, verificata la sussistenza delle relative condizioni, provvede al deposito degli atti e della ulteriore documentazione presso il competente ufficio del Runts, richiedendo l'iscrizione dell'ente nella sezione prescelta.

È bene inoltre osservare che il requisito patrimoniale richiesto dal codice del Terzo Settore ai fini della personalità giuridica potrebbe essere diverso da quello indicato dalla Regione presso cui il sodalizio ha acquisito detto riconoscimento. A titolo meramente esemplificativo, la Regione Abruzzo richiede alle associazioni, per la concessione della personalità giuridica, un patrimonio minimo di 10.000 euro (Legge regionale Abruzzo del 03/03/2005 n. 13) mentre il codice del Terzo settore (articolo 22 dlgs 117/2017) un patrimonio minimo di 15.000 euro: l’iscrizione di tale associazione nel Runts come associazione con personalità giuridica implica la necessità di dimostrare il possesso del patrimonio minimo di 15.000 euro? Su tale aspetto si attendono chiarimenti.

Le Onlus, infine, che intendono acquisire la qualifica di impresa sociale presentano la richiesta di iscrizione all'ufficio del registro delle imprese presso la cui circoscrizione è stabilita la sede legale.

Registrati alla Newsletter

Un Progetto di

forum terzo settore
CSVnet